La Lanterna del Popolo

"La Lanterna del Popolo" - Mensile di Attualità, Cronaca, Cultura, Informazione e OpinioneBenvenuti nel Sito Ufficiale de "La Lanterna del Popolo" - Carovigno (BR) - ITALIA

 

 

 

 

Nominata la Commissione Straordinaria

per restituire dignità e riportare la legalità

La Dott.ssa Olivieri, la Dott.ssa Maiorino e il Dott. Albertini per tirarci fuori dalla palude in cui siamo finiti

 

© - La Lanterna del Popolo (2021)

di Domenico Basile

Dopo lo scioglimento del Consiglio Comunale di Carovigno per accertata infiltrazione mafiosa, con Decreto del Presidente della Repubblica del 12 Marzo 2021 è stato disposto l’affidamento, per la durata di 18 mesi, della gestione del Comune di Carovigno alla Commissione Straordinaria come previsto dall’art. 144 del Testo Unico degli Enti Locali.

La Commissione Straordinaria è composta da 3 membri scelti tra funzionari dello Stato, in servizio o in quiescenza, e tra magistrati della giurisdizione ordinaria o amministrativa in quiescenza, che operano con il sostegno e sotto il monitoraggio continuo del Ministero dell’Interno.

Pertanto con lo scioglimento per infiltrazione mafiosa la gestione dell’ente non viene affidata ad un semplice Commissario Prefettizio, così come avviene nei casi di dimissioni presentate del Sindaco, ma a un organo collegiale composto da personale totalmente estraneo all’ambiente corrotto e dotato di comprovata professionalità e rettitudine nella gestione dell’Amministrazione pubblica.

La Commissione Straordinaria avrà il compito di definire un piano di interventi prioritari e procedere ad una meticolosa verifica di appalti e concessioni, potendo disporre, se lo riterrà necessario, la revoca delle deliberazioni già adottate o la rescissione dei contratti già conclusi.

Su richiesta della commissione, al fine di assicurare il regolare funzionamento dei servizi dell’ente commissariato, il Prefetto può disporre in favore di questo l’assegnazione temporanea di personale amministrativo e tecnico.

Con lo stesso Decreto del Presidente della Repubblica è stato disposto che la Commissione Straordinaria sarà composta dalla Dott.ssa Maria Antonietta Olivieri (Vice Prefetto, già Commissario Prefettizio in carica), dalla Dott.ssa Maria Rosaria Maiorino (Prefetto a riposo) e dal Dott. Michele Albertini (Dirigente).

Ma cerchiamo di conoscere un po’ più da vicino i 3 componenti che per i prossimi 18 mesi si prenderanno cura di questo nostro sfortunato comune.

Dott.ssa Maria Antonietta Olivieri

La Dott.ssa Olivieri è laureata in giurisprudenza, con abilitazione all’esercizio della professione forense ed ha conseguito un Master di 2° livello in “Cittadinanza Europea e Pubbliche Amministrazioni”.

Vice Prefetto in forza presso la Prefettura di Brindisi, ha accumulato una notevole esperienza avendo ricoperto il ruolo di Subcommissario nei comuni di Ceglie Messapica, Francavilla Fontana, Latiano, Oria, Ostuni e San Michele Salentino, e quello di Subcommissario con funzioni vicarie nel Comune di Brindisi, oltre al ruolo di Commissario Straordinario nei Comuni di Francavilla Fontana, Mesagne, San Vito dei Normanni e Villa Castelli.

Dott.ssa Maria Rosaria Maiorino

La Dott.ssa Maiorino è laureata in giurisprudenza.

Prefetto in quiescenza, il suo bagaglio di esperienze professionali è particolarmente ricco ed è frutto di una lunghissima carriera iniziata nel 1979 quando è entrata nella Polizia di Stato.

Nel corso degli anni ha svolto ruoli presso la Questura di Cagliari dove ha ricoperto il ruolo di Dirigente della Sezione Narcotici fino diventare Dirigente della Squadra Mobile della Questura di Cagliari

Dopo essere stata Vice Questore Vicario di Belluno e poi di Bolzano, ha ricoperto l'incarico di Questore di Grosseto, poi di Foggia ed infine di Palermo dove ha affrontato in prima linea gli ambienti malavitosi divenendo profonda conoscitrice della malavita organizzata e delle dinamiche che gli ruotano intorno.

Nominata Dirigente dell’Ispettorato di Pubblica Sicurezza per il Vaticano, le è stato infine assegnato l'incarico di Prefetto di Pordenone, a coronamento di una brillante carriera lavorativa.

Dott. Michele Albertini

Il Dott. Albertini è laureato in scienze economiche e bancarie, con abilitazione all'esercizio della professione di Commercialista, ha conseguito un Master in "Economia e Finanze delle Aziende Pubbliche e degli Enti Locali", ed è iscritto all'Albo Nazionale dei Revisori Legali.

Dirigente di II Fascia in forza presso la Prefettura di Brindisi, anche lui ha maturato una grande esperienza come Funzionario Direttivo presso le Prefetture di Torino, Brindisi e Taranto, poi come Dirigente del Servizio Economico-Finanziario dei Comuni di Rimini e Matera, e come docente per la formazione interna presso le Prefetture di Rimini, Matera e Brindisi.

Ha ricoperto numerosi incarichi fra cui quello di Subcommissario nei Comuni di Sava, Bernalda, Matera, Oria e Latina e quello di Componente della Commissione di Indagine nel Comune di Cellino San Marco per la verifica di infiltrazioni mafiose.

Ha svolto anche il ruolo di Commissario Straordinario nel Comune di Erchie, ma soprattutto quello di Commissario Straordinario per la gestione dei Comuni di Lusciano (CE), Marina di Gioiosa Jonica (RC) sciolti per infiltrazioni mafiose.

Insomma il Governo ha inviato a Carovigno una Task Force degna di questo nome, un trittico perfetto, un pool di esperti in grado di affrontare le problematiche specifiche del Comune di Carovigno.

La Dott.ssa Olivieri ha grande esperienza in materia di commissariamenti, il Dott. Albertini ha una grande competenza in materie economiche e finanziarie (la persona più adatta per spulciare e rimettere ordine nei conti dell'ente) ed una certa esperienza nella gestione dei comuni sciolti per infiltrazione mafiosa, la Dott.ssa Maiorino invece vanta una lunga carriera nella Polizia che l'ha portata, partendo dalla gavetta, ad operare in località a stretto contatto con gli ambienti mafiosi.

Siamo pertanto certi che lo Stato abbia affidato le sorti del nostro paese ad un trio di personalità valide che sapranno senz'altro troncare di netto i tentacoli della criminalità e tirarci fuori dalla palude in cui siamo finiti, o meglio, in cui certa politica ci ha cacciato.

Riponiamo ora le nostre speranze nella Commissione Straordinaria, certi che con il loro operato e la loro oculata gestione riusciranno a riportare la legalità e a restituire alla città di Carovigno la dignità perduta.

A tutti loro va il più sincero benvenuto e l'augurio di buon lavoro da parte della Redazione.