La Lanterna del Popolo

"La Lanterna del Popolo" - Mensile di Attualità, Cronaca, Cultura, Informazione e OpinioneBenvenuti nel Sito Ufficiale de "La Lanterna del Popolo" - Carovigno (BR) - ITALIA

 

 

 

 

Antenne 5G: è iniziata l'installazione

ma molti temono il loro impatto sulla salute

Sorgono le nuove antenne 5G in via Polinisso ma quali sono le garanzie per la popolazione carovignese?

 

© - La Lanterna del Popolo (2022)

di Domenico Basile

Dopo tante anticipazioni e tanta promozione pubblicitaria anche a Carovigno sembra sia giunta l'ora di entrare nell'era del 5G.

Ovviamente per poter usufruire della nuova tecnologia legata all'uso di smartphone, tablet, etc, è necessario procedere all'installazione delle antenne sul territorio per assicurare la copertura e un servizio efficiente.

Ma ecco che, come spesso accade, non sono mancate le critiche.

Infatti, i gestori di telefonia hanno individuato (a modo loro e secondo loro criteri) le aree su cui installare queste antenne, riconoscendo anche canoni molto generosi (chissà perchè) ai proprietari dei terreni su cui decidono di installarle.

Ebbene, come di consueto, anche questa volta la zona nei pressi di Via Polinisso è stata individuata come l'area perfetta in cui posizionare i nuovi insediamenti. ma forse questa volta occorrerebbe riflettere un attimo.

Infatti, nell’area in questione risultano presenti le stazioni radio base di 3 gestori di telefonia e precisamente: Vodafone, Wind 3, Iliad.

I funzionari dell'ARPA Puglia hanno effettuato una misurazione in prossimità degli impianti attivi riscontrando nelle aree in cui vige il limite di esposizione di 20 Volt/metro valori massimi pari a 1,32 Volt/metro.

Secondo l'ARPA tali antenne sono tutte realizzate nel rispetto della normativa vigente ed hanno ottenuto tutti i pareri favorevoli, in quanto la modellizzazione del contributi di tutti gli impianti presenti nell’area, verificati nelle condizioni di massima potenza di esercizio, avrebbero evidenziato il rispetto dei limiti di esposizione e dei valori di attenzione previsti dalla normativa nazionale e regionale.

Ma sarà davvero così? E se così fosse, il rispetto di quei valori è sufficiente?

Ora sappiamo bene che i limiti che vengono stabiliti a livello nazionale non sono affatto biblici ed indiscutibili, ma sono delle pure convenzioni, spesso nemmeno supportate da evidenze scientifiche e in alcuni casi neppure dal buon senso, come i limiti di velocità imposti sul Codice della Strada, che inseguono più la volontà di fare cassa che non quella di perseguire la tutela e l'incolumità degli automobilisti.

Intanto sono già 603 i Comuni ufficialmente contrari al 5G in quanto i Sindaci, nella loro veste di massime autorità sanitarie sul territorio, hanno messo al centro la salute dei cittadini, emanando un'ordinanza urgente e contingibile Stop per bloccare l'istallazione della tecnologia 5G.

La motivazione di questa contrarietà è presto spiegata.

Nonostante ciò che ci viene propinato da coloro che promuovono questa nuova tecnologia, ad oggi nessuno ci ha proposto studi e ricerche scientifiche che diano un quadro chiaro e definitivo sugli effetti che il 5G avrà sulla salute di tutti noi.

Quindi vale il principio di precauzione, soprattutto quando in gioco c’è il benessere e la salute di bambini, donne, anziani, e più in generale di tutti noi.

Ma in cosa consisterà questa tecnologia 5G?

E' una tecnologia di nuova generazione che non si limiterà alla telefonia, ma a tanti altri oggetti connessi con noi o tra di loro: smartphone, pc, elettrodomestici, etc).

Ciò significa che saremo immersi in una rete invisibile di onde e radiazioni (quindi non solo quelle emesse dal nostro smartphone, che sono già state dichiarate nocive per noi) che per 24 ore su 24 ci avvolgeranno dolcemente, attraversando il nostro corpo, avvolgendo i nostri organi e non abbandonandoci praticamente mai.

Gli Stati Uniti, però, hanno rivelato pubblicamente quali saranno i danni di questa tecnologia, e lo hanno fatto grazie all'audizione di alcuni specialisti all’interno del Senato Americano chiamati a riferire sui rischi della tecnologia 5G.

Il Dr. Paul Heroux, Professore nel Dipartimento di Epidemiologia, biostatistica e salute sul lavoro, che insegna tossicologia ed effetti sulla salute delle radiazioni elettromagnetiche preso la McGill Universaity di Montreal, ha affermato: "Gli effetti del wireless sulla salute sono molto chiari: abbiamo evidenze di danni al DNA e cardiomiopatia, che è il precursore dell'arresto cardiaco.

Le evidenze scientifiche sono tali così che possiamo affermare che gli standard e i limiti stabiliti per gestire gli effetti sulla nostra salute sono errati".

Donna Tocqueville, fondatrice dell’organizzazione "We are the evidence" che rappresenta le persone che si sono ammalate a causa delle radiazioni emesse dalla tecnologia wireless, ha riferito: "Abbiamo rilevato casi di cancro al seno in donne che non avevano una predisposizione nel DNA, oltre ad una funzione immunitaria alterata, mutamento nelle proteine dello stress, effetti riproduttivi e di sterilità.

Ci sono decine di studi che mostrano oltre ogni dubbio ciò che queste radiazioni stanno facendo al nostro sperma: se togliete il cellulare dalla tasca lo sperma si riprenderà in 4 mesi, ma non recupererà il danno al DNA che è irreparabile".

Dr. Mark Steele, scienziato britannico, ha affermato: "La frequenza 868 Megahertz della tecnologia 5G permette di mappare in 3D gli ambienti sui campi di battaglia, viaggiando attraverso muri in mattoni di cemento con facilità e raccogliere dati.

Abbiamo anche rilevato che dopo l'installazione di lampioni a led a molte persone sanguinava il naso, così misurando i livelli di radiazione emessi dai loro trasmettitori ad 868 megahertz erano molto più alti di quanto stabilito dal Consiglio Europeo che accetta un massimo di 600 millivolts, mentre abbiamo rilevato oltre 3.000 millivolts".

Barrie Trower, esperto di armi della Royal Navy, (Marina Militare Britannica) ha detto: "Le armi a microonde sono la perfetta arma invisibile ... Quando ai governi non piace un gruppo di persone, le abbiamo colpite con le microonde.

Le microonde sono usate in tutto il mondo, perchè la dose con cui colpiscono è molto bassa, anche se in realtà è più pericolosa di una dose alta, perchè può causare danni neurologici e cancro ... puoi far ammalare tutti i tuoi avversari".

Blake Lewitt, giornalista e ricercatrice sugli effetti delle radiazioni ha dichiarato che: “Stiamo assistendo ad un aumento dei tumori cerebrali, ad aumenti nell’Alzheimer e in tutte le malattie dei neurotrasmettitori, di SLA, Parkinson, etc.

Queste patologie sono associate a lunghe esposizioni ad energia di basso livello.

Dai nostri studi è emerso che il sistema immunitario regge per un po', ma poi peggiora e l’irradiazione danneggia definitivamente le cellule al livello più profondo".

Dr. Angie Colbeck, pediatra, che ha esaminato gli studi che mostrano l’impatto delle radiazioni wireless sulla nostra salute ha dichiarato: "Esistono oltre 23.840 studi che mostrano i seguenti impatti negativi sulla salute causate dalle radiazioni wireless: cancro, danni ossidativi, danni al DNA, malfunzionamenti del DNA, perdita della memoria di breve e lungo termine, vertigini, ansia, mente annebbiata, mal di testa, naso sanguinante, difficoltà cognitive, esaurimento".

Per carità se vogliamo ignorare questi dati facciamolo pure, ma siamo davvero sicuri che proseguire sulla strada dell'esasperazione tecnologica sia una buona idea?