La Lanterna del Popolo

"La Lanterna del Popolo" - Mensile di Attualità, Cronaca, Cultura, Informazione e OpinioneBenvenuti nel Sito Ufficiale de "La Lanterna del Popolo" - Carovigno (BR) - ITALIA

 

 

 

 

La sottile differenza che distingue l'evasore

fiscale dal cittadino per bene in difficoltà

 

© - La Lanterna del Popolo (2019)

di Domenico Basile

Con delibera n° 11 del 28 Marzo 2019 il consiglio comunale ha deliberato l'affidamento della riscossione coattiva all’Agenzia delle Entrate Riscossione.

Contrario alla scelta operata il Consigliere del Movimento 5 Stelle Salvatore Ancora che ha dichiarato: "E' chiaro che è stata la scelta più facile, più veloce per l'ente comunale per riscuotere, ma sarà la scelta più dolorosa per i cittadini, che subiranno le vessazioni dell’Agenzia delle Entrate Riscossione, che a differenza degli altri enti di riscossione utilizza metodi abbastanza coercitivi e rapidi nella riscossione.

Metodi molto duri che in periodi di crisi come questo potrebbero allontanare il cittadino dalla pubblica amministrazione, andando nel senso esattamente opposto a quello a verso cui noi vogliamo andare, che è quello di un avvicinamento verso le necessità dei cittadini, oltre alle difficoltà che si creeranno nel momento in cui il cittadino per contestare una cartella esattoriale dovrà recarsi a Brindisi presso gli uffici di Agenzia delle Entrate Riscossione e non più presso il Comune di Carovigno".

Contrarissimo a tale decisione anche il Consigliere del centrodestra Vittorio Zizza che ha dichiarato: "Nulla di nuovo sotto questo sole ... la solita sinistra delle tasse!

La sinistra di Equitalia, la sinistra dei pignoramenti e già immagino i cittadini di Carovigno che vanno a fare interminabili ore di fila negli uffici ex Equitalia a Brindisi che si trova in pieno centro e il cui parcheggio più vicino si trova a 1 km.

Ci sono persone che a causa di Equitalia si sono suicidate, aziende che per colpa di Equitalia non possono partecipare a una gara d’appalto.

Bisogna prendere atto che c'è una difficoltà vera nell'industria, nell'artigianato e nel commercio, per cui ritengo una scelta sbagliatissima portare Equitalia a Carovigno".

Concetto perbenista invece quello del Consigliere del PD Antonella Tateo la quale ha affermato: "Dire che si vessa il contribuente non è corretto, tutt'al più si vessa l'evasore che sono due cose ben diverse, inoltre il contribuente che vuole pagare può farlo benissimo negli anni che precedono la cartella del ruolo (in realtà in Italia avviene l’esatto contrario, sono proprio i contribuenti onesti a essere vessati n.d.R.).

Qui si deve cercare di recuperare e quindi di combattere e fare lotta all'evasione, perchè se è vero che un contribuente non ha la possibilità di pagare e ha volontà di farlo può farlo i qualsiasi momento".

Forse non a tutti è chiaro il concetto che per onorare un debito non è sufficiente la volontà, ma occorre avere la disponibilità economica per poterlo fare.

Ha chiuso il ciclo di interventi il Sindaco Massimo Lanzilotti, il quale ha testualmente affermato: "Il nostro compito è quello di tutelare i contribuenti onesti".

Premesso che tutti i cittadini hanno diritto ad essere tutelati, è chiaro che viviamo in un contesto in cui chi amministra non ha contezza delle reali condizioni in cui vivono molti cittadini da loro amministrati, quasi come se vivessero in un altro pianeta.

Ad ogni modo la maggioranza di governo ha votato favorevolmente all’affidamento della riscossione coattiva all’Agenzia delle Entrate Riscossione.

Possa la fortuna arridergli sempre, perché se un giorno dovesse voltargli le spalle non sapranno come fare … e quel giorno nessuno avrà pietà di loro.