La Lanterna del Popolo

"La Lanterna del Popolo" - Mensile di Attualità, Cronaca, Cultura, Informazione e OpinioneBenvenuti nel Sito Ufficiale de "La Lanterna del Popolo" - Carovigno (BR) - ITALIA

 

 

 

 

Rubrica: Un Tuffo nel Passato

a cura di Domenico Basile

L'Impressionismo, la scoperta della tomba del

faraone Tutankhamon, la morte di Ezra Pound

 

© - La Lanterna del Popolo (2022)

Prosegue con questo numero la rubrica “Un Tuffo nel Passato”, con la quale ricorderemo fatti, avvenimenti e curiosità accaduti 50, 100, 150 e 200 anni fa, di cui la stampa si è ampiamente occupata a suo tempo, e che consentirà di ricordare o apprendere per la prima volta, avvenimenti che sono ormai parte della storia di questi ultimi 2 secoli.

______________________________________________________________________________________________________________

200 anni fa - Novembre 1822 nessuna notizia di rilievo.

150 anni fa - Il 13 Novembre 1872 Claude Monet dipinge Impression Soleil Levante.

Al dipinto si attribuisce l'origine stessa del movimento impressionista, in quanto si tratta di una tela dove i principi cardine dell’Impressionismo sono perfettamente delineati.

Ad essere raffigurato è uno scorcio mattutino del porto di Le Havre, avvolto da una nebbia impalpabile e scialba che rende tutto sfocato e indefinito.

In primo piano troviamo, disposte in diagonale da sinistra verso destra, 3 piccole imbarcazioni che, con placidi remeggi, solcano le acque portuali.

Sullo sfondo, dietro il velo di foschia, si profilano infatti i pennoni delle navi ormeggiate, le silhouette dei mezzi meccanici per la movimentazione delle merci, alcune ciminiere fumanti e persino un albero.

Alzandosi dalle viscere fluviali, poi, in alto si è levato il disco rossastro del sole che, facendosi lentamente strada nel cielo, emette dei raggi aranciati che si riverberano guizzanti sullo specchio d’acqua, appena screziato da alcune onde, e inondano omogeneamente tutto il paesaggio.

Il dipinto, del tutto scevro da pretese naturalistiche, miri a trasmettere all’osservatore le impressioni che Monet ha provato contemplando l’aurora sul porto di Le Havre.

Se le abituali tecniche pittoriche accademiche miravano ad una rappresentazione fedele della realtà, descritta con pennellate lisce e minuziose, Monet con questa tela preferisce cimentarsi in una pittura realizzata rigorosamente en plein air dove a prevalere è la soggettività dell’artista, finalmente non più oppressa dall’urgenza di operare in totale aderenza alla realtà.

Il potere interpretativo del pittore, infatti, qui si traduce in una visione dove la giusta opposizione di colori caldi (il rosso e l’arancione) e freddi (il verde azzurrognolo) e l’utilizzo di tocchi virgolati veloci, liberamente disposti sulla tela senza una preparazione disegnativa, rendono particolarmente appassionata quest’evocazione della nebbia e dei vapori del crepuscolo.

L'opera considerata il manifesto della corrente pittorica impressionista è tutt'oggi esposta al Musée Marmottan Monet di Parigi.

150 anni fa - Il 4 Novembre 1922 viene scoperta la tomba del Faraone Tutankhamon.

Il sogno dell'archeologo Howard Carter era l'ambizioso progetto di scavare nella Valle dei Re alla ricerca delle tombe dei 2 faraoni della XVIII dinastia non ancora scoperte: Amenothep IV/Akhenaton, il faraone eretico, e il suo successore e figlio Tutankhamon.

Il progetto di Carter prevedeva uno scavo sistematico dell'intera Valle accuratamente suddivisa in settori da esplorare in successione e iniziò nell'autunno del 1917.

Gli insuccessi e le gravose spese sostenute in 5 anni fecero scemare l'entusiasmo di Lord Carnarvon che nell'estate del 1922 giunse all'idea di concludere l'operazione.

Ma Carter ci credeva ancora e riuscì a convincere il proprio finanziatore a concedergli ancora una stagione, il tempo necessario per scavare l'ultimo settore da esplorare.

Il 3 Novembre ripresero gli scavi nell'ultimo settore di fronte alla tomba di Ramesse VI.

Grande fu la gioia quando già il secondo giorno di scavo, riaffiorò un gradino che presto si trasformò in una scala che giungeva a una porta con ancora intatti i sigilli della necropoli, segno che non era mai stata violata nelle migliaia di anni dalla sua chiusura.

Lord Carnarvon venne richiamato in Egitto per presenziare all'apertura della porta rimasta inviolata dal XIV secolo a.C.

Il 27 Novembre venne finalmente aperta la porta rivelando così tutta la grandiosità del corredo compresi il sarcofago e i vasi canopi.

Così come da accordi, si iniziò la catalogazione di tutti i reperti del corredo prima di inviarli al museo del Cairo dove sarebbero stati esposti al pubblico.

L'operazione richiese molti anni nei quali giornalisti di tutto il mondo giunsero a testimoniare quella che è considerata a tutti gli effetti la più grande scoperta archeologica del XX secolo non tanto per la ricchezza del suo corredo, accumulato utilizzando anche corredi di altre tombe per effettuare una rapida sepoltura del defunto, bensì per la scoperta di una tomba faraonica ancora inviolata.

Il 16 Febbraio 1924, alla presenza di Howard Carter, venne aperto il sarcofago che rivelò all'interno la mummia intatta del faraone bambino.

La mummia era contenuta in un sarcofago d'oro massiccio del peso di circa 110 kg, col volto coperto da una maschera d'oro massiccio riproducente le sembianze del defunto.

Gli anni seguenti furono impiegati da Carter nella catalogazione degli oltre 2.000 reperti rinvenuti e tuttora in mostra al Museo Egizio del Cairo.

In seguito Howard Carter si ritirò dall'archeologia e divenne un collezionista, ma morì a Londra all'età di 65 anni, senza aver mai avuto la possibilità di esporre alla famiglia reale la sua sensazionale scoperta.

Purtroppo, sebbene il sarcofago sia rimasto inviolato per oltre 3.000 anni, la mummia del faraone si è conservata in pessime condizioni a causa di un'azione di lenta autocombustione dei tessuti cutanei scatenata dagli oli abbondantemente spalmati dagli imbalsamatori sul defunto prima di avvolgerlo nelle bende.

Dalle analisi cliniche emerse che il faraone Tutankhamon soffriva di piede equino, aveva malformazioni anche al piede sinistro, soffriva di Malattia di Köhler e, benché di giovanissima età, era tuttavia alquanto fragile e necessitava di bastoni per camminare a causa anche delle ossa necrotiche e della frattura alla gamba sinistra, ma non è stato possibile formulare una diagnosi univoca della causa di morte.

L'ipotesi più accreditata è che un evento traumatico abbia colpito nella parte sinistra del giovane faraone, causandone la morte, forse per schiacciamento.

La tomba di Tutankhamon, KV62, indica che fu la 62ª scoperta nella Valle dei Re.

Trattandosi di una tomba pressoché intatta, le operazioni di scavo e svuotamento dei locali si svolsero scientificamente tanto che terminarono il 10 Novembre 1930.

La tomba si dimostrò essere la più ricca di corredo funebre, e la sua salvaguardia, nel corso dei millenni, si deve al fatto che si trovava a un livello inferiore rispetto alla tomba Ramses VI che aveva regnato oltre 200 anni dopo Tutankhamon.

Il corredo funerario era composto da statue divine, umane e animali, sarcofagi, un trono, letti, cofani, armi, arnesi, gioielli, i vasi canopi con gli organi estratti dal corpo del sovrano; anche la stessa mummia indossava un fantastico corredo composto da 150 gioielli (compresa la maschera funeraria d'oro e lapislazzuli, forse il più famoso reperto egizio).

Nella medesima tomba vennero rinvenute anche 2 piccole mummie di feti femminili, verosimilmente le figlie di Tutankhamon e della regina Ankhesenamon.

Il 17 Marzo 2016 il Ministro delle antichità egiziano ha annunciato che, da esami eseguiti con apposite apparecchiature geo radar, sembrerebbe che dietro una parete della camera funeraria, siano state rilevate altre 2 camere non ancora scoperte.

50 anni fa - Il 1° Novembre 1972 muore il poeta statunitense Ezra Pound.

Nato il 30 Ottobre 1885 a Hailey, nell'Idaho, studiò all'Università della Pennsylvania, a Philadelphia, appassionandosi agli studi filologici e alla letteratura provenzale.

Nel 1908 lasciò gli Stati Uniti per l'Europa, approdando dapprima a Gibilterra, poi si stabilì a Venezia, dove pubblicò il suo primo libro di poesie, A lume spento.

Si trasferì a Londra dove nel 1914 sposò l'artista inglese, Dorothy Shakespear.

La prima guerra mondiale distrusse la fiducia di Ezra Pound nella moderna civiltà occidentale e nel 1920 decise di trasferirsi a Parigi, scena per avanguardie culturali, dove frequentò artisti come Georges Braque, Ernest Hemingway e Pablo Picasso.

Negli anni di Londra e Parigi si adoperò perché Thomas Eliot, James Joyce e altri artisti potessero lavorare, sollecitando finanziamenti e aiutandoli di persona.

Nel 1925 si stabilì in Italia, a Rapallo, dove potè dedicarsi alle sue passioni artistiche.

Negli anni precedenti la Prima guerra mondiale Pound aveva iniziiato a maturare una articolata visione del mondo, legata a correnti politiche e culturali sia di ispirazione anticapitalista che antimarxista, ed iniziò ad avvicinarsi al fascismo.

Del regime apprezzò i provvedimenti sociali in favore dei lavoratori, le opere pubbliche e una politica economica di ricerca della "Terza Via" tra liberismo e collettivismo.

Negli anni '30 Ezra Pound rivolse i suoi interessi sempre più alla politica e all'economia.

Il 30 Gennaio 1933 riuscì a farsi ricevere a Roma da Benito Mussolini: fu l'unico incontro tra i due, e in quell'occasione gli illustrò alcune proposte in materia economica.

Nel 1936 viene pubblicato a Londra il libro Jefferson and/or Mussolini, opera in cui dava un'interpretazione liberale e artistica del primo ministro italiano, paragonato al 3° presidente degli Stati Uniti, affermando la "non esportabilità" del fascismo in quanto fenomeno tipicamente italiano, figlio di un preciso periodo storico.

Nel 1939 tornò in America dove l'Hamilton College gli conferì il dottorato honoris causa.

Nel 1940 Ezra Pound incominciò a trasmettere il programma radio Europe calling, Ezra Pound speaking, in cui difendeva il fascismo e accusava gli angloamericani e la finanza internazionale di aver provocato la guerra contro i Paesi che si erano ribellati all'usura.

Tenne circa 600 discorsi, invitando gli statunitensi alla disobbedienza e al rispetto della Costituzione violata da Roosevelt dichiarando guerra senza il consenso del Congresso.

Dopo la deposizione di Mussolini aderì alla Repubblica Sociale Italiana, e trasferitosi a Milano intensificò gli attacchi verbali alla finanza internazionale, colpevole a suo dire di aver complottato per trascinare gli Stati Uniti nella guerra, e si fece ancora portavoce di campagne antisemite, identificando gli ebrei come i banchieri usurai.

Il 3 Maggio 1945 fu catturato da partigiani italiani e consegnato ai militari statunitensi, che lo trattennero in un campo di prigionia dell'esercito statunitense nei pressi di Pisa.

Accusato di collaborazionismo e tradimento, reati per cui rischiava la pena di morte, l'8 Maggio 1945, chiese di poter effettuare una trasmissione radiofonica finale, seguendo una sceneggiatura dal titolo "Chiamata dalle ceneri d'Europa", in cui raccomandava la pace con il Giappone, la gestione americana dell'Italia, l'istituzione di uno stato ebraico in Palestina e la clemenza verso la Germania: la richiesta fu respinta e la sceneggiatura inoltrata a J. Edgar Hoover, capo dell'FBI, perchpè la esaminasse.

Trascorse alcuni mesi di detenzione nel campo in una gabbia di acciaio di 3 mq senza servizi igienici o possibilità di ripararsi dal freddo e dal caldo, dette "celle della morte".

A causa di una probabile insolazione, dell'isolamento psicosociale, dello stress e dello scarso sonno, ed ebbe un crollo mentale: esaminato da psichiatri, lo trasferirono in una tenda dove gli fu consentito di poter leggere e scrivere.

Instancabile, trascorse i mesi pisani componendo i 14 Canti pisani in cui rievoca la morte di Mussolini e Clara Petacci, con l'esposizione dei corpi in Piazzale Loreto.

A fine Novembre 1945 fu trasferito in aereo a Washington per il processo.

In seguito a una perizia psichiatrica venne dichiarato infermo di mente e internato per 12 anni nell'ospedale psichiatrico criminale federale Saint Elizabeths di Washington.

Nel 1948 i Canti pisani ottennero il Premio Bollingen per la poesia della Library of Congress, provocando polemiche, visto che era ospite in un manicomio criminale.

Nel 1957 un gruppo di amici scrittori e poeti, fra cui Ernest Hemingway, assunsero il prestigioso avvocato Thurman Arnold, ex assistente del Procuratore generale, che ottenne per lui la scarcerazione in quanto incurabile, ma non pericoloso.

Le accuse furono ritirate e il poeta tornò in libertà nel 1958, ripartendo per l'Italia.

Nel 1959 Pound era stato intanto candidato al Premio Nobel dallo scrittore Johannes Edfelt, nella sua veste di presidente del Pen Club di Svezia, ma la Commissione Nobel respinse la candidatura di Pound a causa della sua adesione al fascismo.

Il presidente della Commissione Nobel, Anders Osterling, osservò che il candidato non raggiungeva i requisiti necessari per il premio, in quanto responsabile della propagazione "di idee in contrasto con lo spirito del Premio Nobel".

Morì a Venezia il 1º Novembre 1972; dopo aver compiuto 87 anni.