La Lanterna del Popolo

"La Lanterna del Popolo" - Mensile di Attualità, Cronaca, Cultura, Informazione e OpinioneBenvenuti nel Sito Ufficiale de "La Lanterna del Popolo" - Carovigno (BR) - ITALIA

 

 

 

 

Rubrica: Curiosando ... nel Mondo

a cura di Domenico Basile

Fa benzina e dimentica la moglie all'autogrill

----------

Ingoia catenina costretto a mangiare 40 banane

 

 

© - La Lanterna del Popolo (2021)

Fa benzina e dimentica la moglie al distributore: si rimette alla guida e se ne accorge dopo 100 km

PORTO ALEGRE - Lui si ferma a fare benzina in un distributore in autostrada, poi riparte e soltanto dopo aver percorso 100 km si accorge di aver lasciato la moglie alla stazione di servizio.

E' successo a Passo Fundo vicino a Porto Alegre.

La donna è scesa dalla macchina durante una sosta.

Il marito, con il figlio 14enne, è tornato al volante e si è rimesso alla guida, ma si è accorto dell’assenza della moglie solo dopo un centinaio di chilometri.

La donna, che prima della sosta dormiva sul sedile posteriore, era scesa per comprare un pacco di biscotti quando si sono fermati per fare benzina, ma il marito, distratto dalle operazioni di routine per fare rifornimento, non l’ha notata.

Tanto meno il figlio, seduto accanto al padre e letteralmente ipnotizzato da un videogame.

La moglie ha anche cercato, inutilmente, il marito e il figlio al telefono, ma alla fine è dovuta intervenire la polizia: "Lei era davvero furibonda - ha raccontato un agente - Non si capacitava della distrazione del marito. Era arrabbiatissima, ma per fortuna non c’è stata nessuna aggressione fisica". (Globosat)

"Sono stanco, mi devo fermare": pilota dirotta l'aereo da Parigi a Manchester

PARIGI - Il pilota di un aereo Air France aveva raggiunto la quota massima di ore di volo e, stanco, ha deciso di rispettare il riposo obbligatorio: "Sono stanco, atterro a Manchester e non a Parigi".

L'Airbus A380 dell’Air France era diretto da New York a Parigi ma il pilota ha deciso di "auto-dirottare" l'aereo a Manchester in Gran Bretagna.

Il volo non era iniziato nel migliore dei modi dato che era partito con ben 6 ore di ritardo dalla Grande Mela per colpa della neve.

I passeggeri hanno aspettato ore e ore nell'aeroporto del nord dell'Inghilterra per un altro volo fino a Parigi.

Un passeggero ha poi scritto su Twitter: "Appena atterrati a Charles De Gaulle (l’aeroporto di Parigi) ... un viaggio di 20 ore tra il decollo e il parcheggio!".

Un portavoce della compagnia ha spiegato che il tempo legale di riposo si sarebbe potuto anche rispettare, grazie ad un'accelerazione che avrebbe permesso di arrivare molto velocemente a Parigi, ma questo non è accaduto; ha però sottolineato che sulla possibilità di violare il riposo obbligatorio non si transige, per ovvi motivi di sicurezza. (Le Figaro)

Ritrova il suo portafogli smarrito con una lettera: "Ho preso i soldi per comprare la marijuana"

NEW YORK - Reilly Flaherty ha perso il suo portafogli a New York: tornato a casa dopo un concerto, ha sporto denuncia alla polizia, ha bloccato le carte di credito ed espletato tutte le pratiche per prendere una nuova patente di guida.

Dopo un paio di settimane, però, ha ricevuto a casa un pacco inaspettato: dentro c'era tutto il contenuto del suo portafogli ed una curiosa lettera che il ragazzo ha condiviso su Instagram.

"Ho trovato il tuo portafogli e dalla patente di guida sono risalito al tuo indirizzo: all'interno trovi le carte di credito e le altre cose importanti.

Ho trattenuto i contanti perché avevo bisogno di marijuana, un biglietto della metropolitana da 2,75 dollari e il portafogli, perché è molto cool. Goditi il resto della tua giornata. Anonimo". (The New York Post)

Ingoia una catenina d'oro: ladro costretto a mangiare 40 banane

MUMBAI - La polizia indiana ha sperimentato con successo una tecnica decisamente inusuale per recuperare una catenina d’oro che un ladro aveva rubato ad una donna a Mumbai.

Durante la fuga dagli agenti l’uomo aveva infatti deciso di ingoiare la refurtiva così da nascondere le prove.

Davanti agli agenti il ladro, un 25enne, si è professato innocente, ma è stato subito sbugiardato dalle analisi ai raggi X effettuate in ospedale.

I medici hanno suggerito di eseguire un'operazione, ma gli agenti di polizia hanno deciso che sarebbe stato troppo costoso ed hanno optato invece per il piano B: costringerlo a mangiare diversi chili di banane fino a farlo defecare.  

"Lo abbiamo alimentato con più di 40 banane e alla fine abbiamo trovato la catenina d’oro”, ha detto Shankar Dhanavade, un ispettore di polizia di Mumbai. 

Benché fosse stata accuratamente lavata, la vittima, comprensibilmente, non se l’è sentita di indossare di nuovo la catenina che ha poi venduto ad un gioielliere.

Non è la prima volta che la polizia di Mumbai usa questa tecnica per recuperare un oggetto rubato.

Secondo l'Hindustan Times, nel Luglio dello scorso anno un uomo è stato costretto a mangiare 2 dozzine di banane e bere diversi litri di latte corretto con lassativi,mentre nel mese di aprile, un ladro è stato alimentato con 5 dozzine di banane dopo aver ingoiato una catena d'oro con un grande ciondolo. (The Times of India)

Bangladesh, l'uomo-albero è stato operato con successo: rimossi 5 kg di escrescenze

DACCA - Un cittadino del Bangladesh soprannominato "l'uomo-albero" per le impressionanti verruche a mani e piedi è stato sottoposto con successo ad un importante intervento chirurgico per rimuovere alcune di queste escrescenze.

Lo ha annunciato l'ospedale dove è stato operato.

Sono state necessarie 3 ore e mezzo di tempo a un'equipe di 9 medici per rimuovere le gigantesche protuberanze della mano destra di Abul Bajandar al Medical College Hospital di Dacca, ha riferito il direttore sanitario Samanta Lal Sen.

L'uomo, 26enne era stato ricoverato lo scorso mese per eliminare le escrescenze, del peso di almeno 5 kg, che gli coprivano mani e piedi.

"L'operazione è perfettamente riuscita: per ora abbiamo rimosso le escrescenze da 5 dita della mano destra, adesso lui è felice e si è messo a ridere", ha aggiunto il responsabile.

"Ora terremo sotto osservazione le sue condizioni nei prossimi 3 mesi, prima di decidere se procedere a nuove operazioni" ha precisato.

Le enormi verruche sono spuntate quando Abul Bajandar era adolescente, ma hanno iniziato ad espandersi più rapidamente da 4 anni a questa parte.

E' stato diagnosticato come epidermodisplasia verruciforme, una rarissima malattia genetica che prende la forma di escrescenza della pelle.

"Si chiama comunemente la malattia dell'uomo-albero" ha spiegato ancora Samanta Lal Sen.

Il governo del Bangladesh si è fatto carico dei costi dell'intervento e il primo ministro, Sheikh Hasina, è stato informato dell'esito dopo l'operazione. (Reuters)

Super papà confessa: "Ho 800 figli e non ho intenzione di fermarmi"

LONDRA - Simon Watson, 41 anni, ha più di 800 figli.

Già, proprio così: diventa padre in media una volta alla settimana, infatti, da 16 anni lavora come donatore di sperma, ed ora vende il tutto anche su Facebook.

Guadagna circa 50 sterline a provetta, dice.

L'uomo di Luton, nel Bedfordshire, ha dichiarato: "Non ho segreti, amici e famigliari sanno ciò che faccio".

Simon ha 2 figli di 19 e 17 anni dal primo matrimonio ed una figlia di 10 anni dal secondo matrimonio.

Ha recentemente rotto con la sua ragazza con cui stava da 3 anni proprio a causa del suo strano lavoro, che lui non cambierebbe per nulla al mondo: "Lei era stufa di quel che faccio, ha detto che mi disprezzava"

"Sono diventato un donatore di sperma dopo la fine del primo matrimonio, perché volevo più bambini".

A lungo si è appoggiato a banche del seme, poi ha deciso di mettersi in proprio per guadagnare qualche soldo in più: "Ho bambini in tutto il mondo ora, e i loro genitori mi sono grati".

Si sottopone a controlli regolari per avere sempre un certificato di buona salute da poter esibire. (Mirror)

Sono 2 gemelli, ma sono nati in anni diversi

SAN DIEGO - Sono 2 gemelli, ma sulla loro carta d'identità risulteranno 2 anni di nascita diversi: Jaelyn è nata nel 2020, suo fratello Luis nel 2021.

Il parto, infatti, è iniziato a ridosso della mezzanotte del 31 dicembre, e così la loro giovane mamma, la 22enne Maribel Valencia, ha dato alla luce la bimba alle 23.59 dell'ultimo giorno dell'anno mentre il maschietto è venuto al mondo alle 0.02 di Capodanno.

I due neonati e la loro madre sono in ottime condizioni di salute e la loro curiosa storia è stata raccontata con simpatia dai sanitari dell'ospedale Kaiser Permanente di San Diego, in California, che hanno caricato sul web le foto dei bimbi e della loro famiglia.

Vende la sua verginità: "Sarei un bel regalo per la festa delle donne"

BUCAREST - Un 24enne ragazzo rumeno propone alla miglior offerente di celebrare con la sua illibatezza il giorno dell'8 Marzo, ma soltanto a determinate condizioni economiche.

Sorin Georgian Salinievici ha lanciato l'idea con cui una donna potrebbe festeggiare in maniera alternativa la giornata dedicata alle donne, ovvero comprando la verginità di questo giovane rumeno messa in vendita da lui stesso per fronteggiare la crisi economica.

Secondo quanto raccontato, il ragazzo che lavora come guardia di sicurezza, avrebbe abbandonato gli studi universitari non potendosi permettere di pagare le tasse, ma tanto grande è il suo desiderio di laurearsi che ha deciso di lucrare sulla propria illibatezza, forte del fatto che anche altre persone l'hanno già fatto.

Pur avendo sempre sognato che si sarebbe concesso alla donna della sua vita e che la prima volta sarebbe stata solo per amore, le difficoltà della vita lo hanno spinto a cambiare idea e i manifesti affissi in giro con foto e numeri di telefono confermano l'intento.

Il progetto, quindi, è molto chiaro per il disilluso Sorin che, dopo essersi fatto due conti, ha deciso di non aver alcun intenzione di vendere la sua verginità a meno di 2.000 euro, tanto da avere già rifiutato un’offerta, quella di una 29enne di Bucarest che gli voleva dare 1.125 euro. (Evenimentul Zilei)

Compra un mobile usato su eBay: nel doppiofondo 15 milioni di vecchie lire

VENEZIA - Acquista un mobile usato su eBay e dentro ci trova nascosto un piccolo tesoro, ma è un tesoro che fino a poche settimane fa, era inutilizzabile.

I soldi si trovavano nel doppiofondo di un cassetto.

Per l’esattezza erano 14.600.000 lire tutte in banconote da 100.000 lire.

Lo stupore però aveva lasciato subito spazio alla delusione poichè il cambio delle lire in euro era stato vietato dal governo Monti.

Per la 50enne Viola Colombo, originaria di Vercelli ma residente a Venezia, le buone notizie sono arrivate il 4 Gennaio, quando la Corte Costituzionale ha dichiarato illegittimo il decreto emanato nel 2012 dal governo Monti che vietava il cambio delle lire in euro.

Ora la signora potrà finalmente intascare quei soldi rinvenuti per caso all'interno di un mobiletto comprato sul famoso portale di aste on line.

La vicenda è stata resa nota dall'associazione romana Agitalia, a cui la signora Colombo si era rivolta. (Ansa)

"Così il preside mi ha umiliata per aver indossato una gonna troppo corta"

LOUISVILLE - Amanda Durbin, una ragazza 17enne del Kentucky, ha raccontato di essere stata umiliata dal preside della sua scuola, la Edmonson County High School, per un peccato decisamente veniale: aver indossato un vestito giudicato troppo sexy.

I dirigenti dell'istituto hanno infatti imposto a tutte le adolescenti un codice rigido, che vieta di indossare i leggins al posto dei pantaloni e le gonne troppo corte. 

La settimana scorsa Amanda ha indossato una minigonna, ma probabilmente non immaginava di andare incontro ad una simile punizione.

La ragazza, rea di aver violato le regole, è stata infatti mandata nell'ufficio del preside, dove le è stato chiesto di inginocchiarsi, così da misurare la distanza tra la sua gonna e il pavimento e dimostrare che non era appropriato al luogo in cui si trovava.

Una punizione decisamente imbarazzante: "Mi hanno fatto vergognare", ha dichiarato.

Amanda è rimasta nella stanza del preside finché i suoi genitori non sono arrivati a prenderla.

Ma la mamma e il papà di Amanda non ci stanno: a loro dire nell'abbigliamento della figlia non c'era nulla di scandaloso ed il preside - secondo loro - si sarebbe reso responsabile di un "abuso di potere".

Amanda, intanto, si è messa a capo di una protesta per modificare le norme legate all'abbigliamento che risultano davvero troppo rigide. (USA Today) 

Scava un tunnel per rubare 60 bottiglie di vodka (e le beve quasi tutte)

NOVOSIBIRSK - Evidentemente molto assetato, un russo di 32 anni ha scavato un tunnel segreto sotto un negozio per rubare 60 bottiglie di vodka.

Il ladro è stato catturato mentre si scolava il maltolto con i suoi amici, ma la refurtiva era per la maggior parte già consumata: erano rimaste solo 10 bottiglie.

Il negozio era situato in una vecchia caserma nella città di Kiselevsk, a oltre 3.500 km ad Est di Mosca.

Come ha ammesso lui stesso dopo l'arresto, il ladro si era introdotto per ben 3 volte nel negozio, riuscendo a rubare ben 60 bottiglie. 

L'uomo è stato arrestato con l'accusa di rapina.

Il danno è stimato per 12.000 rubli (circa 150 dollari).

Secondo la legge russa il responsabile potrebbe rischiare fino a 5 anni di carcere. (Moscow Times)

Mamma e papà sono ubriachi: figlia di 9 anni costretta a guidare l'auto

MILWAUKEE - Allertata da una chiamata al numero d'emergenza, la polizia del Wisconsin ha velocemente rintracciato un pick up che stava pericolosamente zigzagando sulle strade di un'area rurale.

Quando hanno fermato l'auto, gli agenti sono rimasti scioccati: alla guida c'era una bambina di 9 anni, e un neonato di 11 mesi con la cintura di sicurezza.

L'improbabile conducente, è stata affidata a parenti, dato che in tribunale è emerso che è stata la mamma, Amanda Eggert - in chiaro stato di ebbrezza assieme al suo compagno - a forzare la piccola a guidare per riportarli a casa da una festa.

Alla fine non c'è stato un incidente, ma la polizia ha riferito che la bambina ha guidato per molti chilometri su strade tortuose, dribblando il traffico come poteva.

E quando l'agente Jeff Hahn ha intimato l'alt, la bimba è saltata giù mentre il pick up continuava a muoversi e il compagno della madre tentava di spegnerlo, e che sarebbe finito nel fiume se l'agente non fosse saltato su e avesse tirato il freno a mano. (Washington Post)

Il suocero manda i killer per ucciderlo: lui offre più soldi e riesce a salvarsi

NEW YORK - Il suocero sperava di risolvere la causa di separazione milionaria tra la figlia e il genero in maniera drastica, e per questo ha assoldato per 100.000 dollari 2 killer per eliminarlo.

La vittima designata, però, si è salvata pagando 25.000 dollari in più; è successo a New York.

Protagonista della vicenda è Oleg Mitnik, un ricco imprenditore in procinto di separarsi dalla moglie.

Anatoly Potik, il suocero, aveva contattato un sicario accordandosi per far uccidere il marito della figlia impegnato in una causa da 20 milioni di dollari per la separazione dei beni e la custodia dei figli.

Senza che Anatoly sapesse nulla, però, uno dei 2 sicari si è presentato da Oleg con una proposta che non poteva rifiutare: la cancellazione del contratto per ucciderlo se avesse pagato di più ... 125.000 dollari.

In realtà, di dollari pagati ne risultano "solo" 100.000: 50.000 di acconto dal suocero, e 50.000 dal genero pagati in un ristorante di Brooklyn.

Quest'ultimo è stato arrestato con il complice con l'accusa di estorsione nei confronti del suocero che aveva minacciato di rovinarlo, poi nei risvolti dell’indagine, sono emerse anche le macchinazioni del suocero. (Daily Mail)

Bambina si chiude nella cassaforte dell'Unicredit

VICENZA - I vigili del fuoco sono dovuti intervenire nella sede della banca Unicredit in via della Scola, a Vicenza, per liberare una bambina che era rimasta chiusa dentro ad una cassaforte.

I pompieri hanno dovuto tagliare l'acciaio.

Sul posto sono giunte anche due ambulanze, rimaste, per fortuna, inutilizzate.

La bambina, mentre la mamma era allo sportello, si è allontanata, si è avvicinata ad una piccola cassaforte posta per terra, ha aperto la porta, è entrata all'interno e ha tirato la porta, che in automatico si è chiusa.

Ogni tentativo per aprire la cassaforte era impossibile in quanto l'apertura era temporizzata. 

I vigili del fuoco hanno così tagliato i cardini e dopo aver guadagnato dello spazio utile con l’ausilio di un divaricatore idraulico, sono riusciti a scardinare la porta riuscendo a tirare fuori la bambina incolume, ma visibilmente spaventata. (Il Gazzettino)

Anna, la maestra che si laurea in lettere a 88 anni

NAPOLI - Per tutta la vita ha insegnato alle scuole elementari, ma ora ha finalmente completato il suo percorso di studi all'Università Federico II di Napoli.

L'88enne, Anna Valanzuolo Carcaterra, già laureata con 110 e lode in lettere moderne, oggi ha discusso la tesi di laurea magistrale in Filologia moderna.

La tesi della triennale era su "La visione di Dio: Paradiso canto XXIII", quella della specialistica su "Dante nella produzione letteraria e nell'attività creativa di Ugo Foscolo".

Grande esempio di amore e passione per le lettere, Anna Valanzuolo Carcaterra, appena conseguita la licenza liceale prima al liceo classico e poi alla magistrale (necessaria per poter accedere al concorso magistrale per l'insegnamento), si era iscritta alla facoltà di lettere, dove aveva dato anche alcuni esami.

Poi, però, avendo vinto brillantemente il concorso a cattedra, preferì accettare l'incarico di insegnante delle elementari, dove ha insegnato per 40 anni, di cui 20 nella scuola Domenico Cimarosa nel quartiere Posillipo, dove risiede da 65 anni.

Proseguire gli studi universitari interrotti è sempre stato il suo sogno nel cassetto, così, dopo che i 2 figli erano cresciuti (Rosanna architetto a Roma e Giovanni avvocato a Milano) e diventati grandi anche i nipoti, ha ripreso a studiare con grande entusiasmo dopo più di 60 anni. (Il Mattino)

Nonna Maria Antonina compie 110 anni: "Vi svelo il segreto della mia longevità"

NAPOLI - Sorrento festeggia la sua ultracentenaria: la signora Maria Antonina Fiorentino ha raggiunto l'invidiabile traguardo dei 110 anni; oltre un secolo di ricordi, che l'arzilla nonnina dispensa con lucidità a chi si ferma a chiacchierare con lei.

Il segreto della sua longevità?

Una dieta sana, senza rinunciare ad un bicchiere di vino, e l'affetto dei 2 figli, dei 6 nipoti e dei tanti parenti accorsi nel suo appartamento per festeggiarla, insieme al Sindaco e all'Assessore ai Servizi Sociali.

La sua è stata una vita dedicata alla famiglia e al lavoro di ricamatrice, attività che un tempo impiegava centinaia di addetti nella penisola sorrentina.

Nonna Maria Antonina non ha mai dimenticato quando al termine della processione nera, uno degli eventi più attesi dei riti della Settimana Santa a Sorrento, stirava e piegava sai e cappucci dei confratelli, pronti per essere indossati l'anno successivo.

"La signora Maria Antonina - ha detto il primo cittadino - è il simbolo della vitalità e della laboriosità del popolo sorrentino, che nel lavoro dei suoi figli e nella bellezza della sua natura nasconde i segreti della sua fama internazionale". (Il Golfo)

Cena al ristorante italiano e trova una perla rarissima nel piatto

SEATTLE - La signora Lindsay Hasz si è ritrovata in bocca una rara perla viola chiamata Quahog.

La scoperta è avvenuta mentre cenava con il marito Chris al "Montalcino Restaurant", un ristorante di pesce di proprietà di una famiglia italiana, a Seattle, nello stato di Washington.

La donna ha conservato la minuscola sfera viola e l'ha fatta valutare da un esperto che ha stabilito che quella perla finita nel piatto vale 600 dollari (circa 550 euro).

Una perla simile, del valore di migliaia di dollari, è stata ritrovata nel 2015 da un poliziotto in una zuppa di pesce servita nel Massachusetts. (USA Today)