La Lanterna del Popolo

"La Lanterna del Popolo" - Mensile di Attualità, Cronaca, Cultura, Informazione e OpinioneBenvenuti nel Sito Ufficiale de "La Lanterna del Popolo" - Carovigno (BR) - ITALIA

 

 

 

 

Rubrica: Curiosando ... nel Mondo

a cura di Domenico Basile

Lui la tradisce così lei lo evira per ben 2 volte

----------

Fa crollare un ponte dovrà pagare per 100 anni

 

 

© - La Lanterna del Popolo (2019)

Lui la tradisce, lei lo evira per ben 2 volte: finisce a botte in strada

SHANGHAI - Una donna cinese ha tagliato per ben 2 volte il pene del marito che l'aveva tradita.

L'uomo aveva usato il cellulare della moglie per mandare messaggi hot all'amante, ma si era poi dimenticato di fare il log out dal suo account e così la donna ha scoperto tutto.

Infuriata, è corsa nella camera da letto dove il marito stava dormendo e lo ha evirato con un paio di forbici.

L'uomo è stato operato d'urgenza in ospedale, dove i medici sono riusciti a riattacargli il pene.

Fin qui niente di nuovo rispetto ad altre vicende simili, a partire dall'ormai mitologico caso Bobbit, che tenne banco agli inizi degli anni '90, ma ciò che è successo dopo, però, ha dell'incredibile.

Probabilmente nemmeno la mente più perversa di uno sceneggiatore avrebbe potuto immaginare tanto. 

La donna, infatti, è riuscita ad intrufolarsi nell'ospedale dove il marito era ricoverato e lo ha evirato una seconda volta, gettando il pene fuori dalla finestra.

L'uomo, nudo, sanguinante ed inferocito l'ha rincorsa fuori dall'ospedale picchiandola.

Medici, infermieri e polizia sono poi corsi a fermarli, ricoverando entrambi, ma stavolta non è stato possibile restituire allo sfortunato marito la sua virilità: medici e polizia hanno recintato la zona ma non sono riusciti a ritrovare il membro perduto, probabilmente portato via da qualche animale. (China News)

Bambina di 9 anni arrestata per avere tirato un pugno alla sorellina di 6

INDIANAPOLIS - La polizia di Indianapolis ha arrestato una bambina di 9 anni per avere tirato un pugno alla sorellina di soli 6 anni.

A chiedere l’intervento degli agenti la madre delle due bambine, che ha ripreso il pugno e mostrato il filmato alla polizia, che ha deciso di arrestare la piccola.

La bambina rischia ora di essere incriminata per aggressione e finire negli ingranaggi del sistema giudiziario americano, cosa che preoccupa molti.

Rick Whitten, direttore di un ente a tutela dei minori, spiega che "E' noto che i giovani che entrano in contatto con il sistema penale continuano ad avere problemi con la giustizia".

Alcuni hanno criticato la decisione della madre di rivolgersi alla polizia, dato che sarebbe compito dei genitori intervenire quando i figli si azzuffano ed educarli a non picchiarsi, rivolgendosi piuttosto ad uno psicologo o ad un assistente sociale, caso mai non si fosse in grado di risolvere il problema. (USA Today)

Vince 2 milioni di euro alla lotteria: li rifiuta

HANNOVER - Uno dei casi più curiosi di vincite alla lotteria è quello di un 70enne tedesco che ha vinto ben 2 milioni di euro, ma non li vuole.

L’uomo, che viveva ad Hameln, nella Bassa Sassonia, ha comprato un biglietto della lotteria che si è rivelato vincente, ma è nato un insolito problema: l’uomo non ha voluto i soldi della vincita.

Il pensionato si è presentato agli uffici centrali dell’ente che gestisce la lotteria spiegando di non essere interessato a ricevere il denaro, dato che non ha parenti e non sapeva che farsene di tutti quei soldi.

L’uomo ha spiegato di aver giocato solo per abitudine.

I dipendenti dell’ufficio hanno insistito perché ritirasse comunque la somma, al limite dandola in beneficenza, ma l’uomo non ha voluto sentire ragioni. (Bild)

Fa crollare un ponte: dovrà pagare il risarcimento per i prossimi 100 anni

PECHINO - Un camionista cinese è stato multato di 2.700.000 yuan e condannato a 3 anni di reclusione perché transitando con il suo veicolo sovraccarico ha provocato il crollo di un ponte.

L’uomo, Zhang Wenjun, stava trasportando oltre 150 tonnellate di sabbia sul suo camion, ma quando ha tentato di attraversare un ponte questo non ha retto al peso del mezzo ed è collassato.

Zhang è stato così processato.

Inizialmente gli era stata comminata una multa di 15.600.000 yuan, ma in appello questa è stata ridotta a 2.700.000 yuan, che è comunque pari a 100 volte lo stipendio annuale dell’uomo.

La moglie racconta di essere disperata.

Lo stipendio di Zhang è l’unica fonte di reddito della famiglia, che comprende anche 2 figli e la madre di lui, e pertanto non si possono certamente permettere di pagare una multa così salata.

Ma la condanna ha scatenato molte polemiche, e molti sospettano che il ponte sia in realtà crollato a causa di difetti di costruzione: sarebbe infatti frequente che le opere pubbliche siano realizzate con materiali scadenti in conseguenza a storie di corruzione. (Xinhua News)

Ruba un furgone e va a schiantarsi sulla stazione di polizia

SAN ANTONIO - Una donna del Texas ha rubato un furgone per poi schiantarsi durante la fuga sugli uffici della stazione di polizia.

La donna, identificata come la 24enne Amanda Jeffreys, era stata notata rubare un furgone nel parcheggio di un supermercato di San Antonio.

Una pattuglia della polizia, che si trovava in zona, è subito intervenuta, ed è iniziato un inseguimento per le vie della città, poi ad un certo punto, il furgone avrebbe anche perso una ruota anteriore, viaggiando per qualche minuto strisciando sull’asfalto.

Arrivati di fronte agli uffici amministrativi della polizia, il furgone ha improvvisamente svoltato verso l’edificio, salendo la rampa delle scale e sfondando l’ingresso.

La fuggitiva è stata immediatamente bloccata e portata in ospedale per le leggere ferite riportate nell’impatto.

Per fortuna nessun altro è rimasto ferito nell’impatto: in quel momento negli uffici erano presenti 50 persone.

La stazione di polizia è dovuta rimanere chiusa per diversi giorni per riparare i danni provocati e verificare la stabilità strutturale dell’edificio.

Secondo alcuni testimoni, la donna avrebbe diretto volontariamente il furgone verso l’edificio della polizia, ma non c’è stata conferma dell’intenzionalità di questa pericolosa manovra. (Washington Post)

Auto troppo sporca causa incidente stradale

BOSTON - Tenere l’auto pulita non è solo una questione di ordine ma anche di sicurezza stradale, specie se si raggiungono livelli di sporcizia record come quelli toccati dalla Ford Focus di una certa Ann Biglan, 53enne di West Yarmouth, nel Massachusetts.

La spazzatura riempiva quasi completamente la macchina, al punto da causare un incidente stradale: diversi bicchieri di plastica si sarebbero infilati tra il pedale del freno e dell’acceleratore, facendo perdere alla donna il controllo dell’auto.

Per fortuna l’incidente è avvenuto in un parcheggio, mentre la donna faceva manovra per ripartire, ed i danni sono stati tutto sommato limitati. (Boston Globe)

La donna che si è sposata più volte: 23 matrimoni

LONDRA - L'attrice Elizabeth Taylor era famosa per i suoi 8 matrimoni, ma era una dilettante rispetto alla 68enne americana Linda Wolfe, che nel corso della sua vita si è sposata ben 23 volte.

Per qualche motivo, le relazioni non funzionavano: 2 dei suoi ex-mariti ha scoperto che in realtà erano omosessuali, altri la tradivano, un altro, aveva un comportamento possessivo tanto che aveva messo il lucchetto al frigo, 2 dei suoi mariti erano senzatetto, mentre un altro era un carcerato con un occhio solo.

Insomma non esattamente dei "gran bei fusti".

L’ultimo matrimonio, circa 15 anni fa, con Glynn Wolfe, sposato come trovata pubblicitaria dato che lui era l’uomo che si era sposato più volte: ben 29 volte.

La donna ha ammesso di avere sviluppato una dipendenza da romanticismo del matrimonio, che l’ha spinta a sposarsi con tutti quelli che ha frequentato.

Ma non è soddisfatta della vita che ha avuto: il suo consiglio è di fare il contrario di quel che ha fatto lei, e dopo il matrimonio con Wolfe non si è più risposata.

Forse perché ha visto che quando Wolfe è morto, nonostante 29 mogli, 19 figli e 40 nipoti nessuno ha reclamato il corpo per la sepoltura. (The Telegraph)

Un Ictus gli fa perdere la facoltà di essere triste

LONDRA - Gli ictus hanno spesso conseguenze gravi, ma un ex camionista in pensione, il 69enne Malcom Myatt, che ne ha subito uno, invece ne è contento.

L’uomo ha passato 19 settimane in ospedale a causa di un ictus aveva colpito il lobo frontale del cervello.

L’uomo ha perso sensibilità nel lato sinistro del corpo e ha dei problemi di memoria a breve termine, ma tutto sommato non ne fa una tragedia perché ha perso anche la capacità di essere triste.

Secondo i neurologi, si è danneggiata la parte del cervello che controlla le emozioni.

"Non sono mai depresso, e comunque essere triste non sarebbe di nessun aiuto; è sicuramente meglio essere sempre felici che il contrario", spiega Myatt.

I medici spiegano che il suo caso è insolito ma non inspiegabile e sebbene la selettività nella perdita di emozioni subita da Myatt sia rara, in effetti è anche un po’ fortunata. (The Sunday Times)

Positivo alla marijuana: “ho mangiato per sbaglio una torta con la droga dentro”

Alla fine il giudice ha creduto alla versione del giovane, assolvendolo dalle accuse.

Il 27enne era stato fermato dalla polizia mentre tornava a casa in auto dopo una festa e gli agenti lo avevano fatto sottoporre ad esami del sangue perché sospettavano che avesse assunto droga.

Gli esami hanno confermato che nel sangue del ragazzo c’erano tracce di tetraidrocannabinolo, il principio attivo della marijuana.

Il giovane si è strenuamente difeso, sostenendo di non avere assolutamente fatto uso di droghe di nessun tipo, ma gli agenti lo hanno comunque denunciato per guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti.

Secondo la versione dei fatti che il ragazzo ha ricostruito, avrebbe mangiato una fetta di torta che il cui impasto era stato “arricchito” a sua insaputa con della marijuana.

Alla fine il giudice ha creduto alla sua versione e riconosciuto l’involontarietà dell’assunzione di droga, assolvendolo da ogni accusa.

Padre rivendica deserto africano, perché la figlia possa essere una vera principessa

IL CAIRO - Sono molte le bambine che chiedono ai padri di poter essere vere principesse, ma sono pochi i padri, come Jeremiah Heaton, che si attivano per realizzare questo desiderio.

Scartabellando su carte e documenti, Heaton ha fatto una full-immersion di geografia mettendosi a cercare se esistesse un territorio al mondo che non fosse rivendicato da nessuno, e che quindi potesse dichiarare proprio, creando un suo regno, di cui la figlia Emily sarebbe stata la legittima principessa.

Dopo mesi di ricerche, Heaton ha trovato un deserto di 2.000 km quadrati in Africa, tra il Sudan e l'Egitto, che entrambi i paesi rivendicano ma che al momento non apparterrebbe a nessuno dei due.

L’area è localmente nota come Bir Tawil, anche se Heaton l’ha ribattezzata “Regno del Nord Sudan”.

Ci sono stati molti tentativi di rivendicare la zona, e Heaton per cercare di avere una “carta in più” rispetto ai contendenti è andato in Egitto dagli Stati Uniti, dove vive, e ha piantato la bandiera (disegnata dai suoi figli) nel suo regno, proprio il giorno del 7° compleanno della figlioletta Emily.

Un viaggio decisamente impegnativo, dato che dopo il volo aereo e avere attraversato l’Egitto con vari mezzi ha anche dovuto compiere una traversata del deserto di ben 14 ore su cammelli.

"Volevo dimostrare ai miei figli che andrei in capo al mondo pur di poter realizzare i loro desideri", ha spiegato Heaton. (All Africa)

"In Dog We Trust": errore di stampa sul tappeto dello sceriffo

MIAMI - Imbarazzo per uno sceriffo americano, dopo che i cittadini si sono accorti che il nuovo tappeto dell’ufficio conteneva un grossolano errore di stampa: anzichè riportare correttamente il motto americano “In God We Trust” (“Abbiamo fede in Dio”)c’era scritto “In Dog We Trust” (“Abbiamo fede nel Cane”).

Il tappeto è rimasto all’ingresso dell’ufficio dello sceriffo di Pinellas County, in Florida, per oltre 2 mesi prima che qualcuno si accorgesse del macroscopico errore di stampa di quello che è il motto ufficiale degli Stati Uniti d'America dal 1956, oltre che essere anche il motto dello stato della Florida.

La sostituzione del tappeto (che sembra sia costato intorno ai 500 dollari) avverrà a spese del produttore, che si è accollato la colpa dell’errore.

Lo sceriffo spera di riuscire a vendere il tappeto con l’errore di stampa per raccogliere fondi per beneficenza, e secondo indiscrezioni sarebbero molti gli interessati ad acquistare il tappeto.

Uno degli interessati ha scritto sulla pagina Facebook dello sceriffo: “Mi piacciono molto i cani, e un tappeto come quello sarebbe perfetto per lo spazio dove i miei cani dormono”. (Miami Herald)

Forse non sapevate che: esiste un animale che comunica tramite le scoregge

LONDRA - Le aringhe hanno un modo insolito per comunicare: le scoregge.

Era da tempo che si sapeva che questi pesci producono suoni insoliti, ma solo recentemente i ricercatori hanno compreso che le aringhe producono questi suoni … con l’ano.

La scoperta infatti è stata fatta solo quando dei ricercatori hanno catturato delle aringhe selvagge e poi le hanno tenute in cattività per osservarle, rendendosi conto che queste usano le scoregge per comunicare con gli altri pesci.

Il fatto che si tratti di un mezzo di comunicazione è una conclusione a cui i ricercatori sono arrivati dopo avere notato che i pesci tendevano a scoreggiare molto di più in presenza di altri pesci, e che il numero di scoregge era indipendente dal tipo di alimentazione del pesce.

Se il significato esatto delle emissioni è ancora un mistero, si può però affermare che le aringhe sono un animale unico: non si conoscono infatti altri animali al mondo che comunichino con le scoregge.

Città cinese realizza pista da atletica rettangolare

PECHINO - La città di Tonghe ha costruito la prima ed unica pista di atletica rettangolare al mondo.

Il motivo di questa forma insolita, sembra sia dovuto al fatto che non fossero in grado di avere una pista ovale nei tempi previsti per la conclusione del progetto.

La pista di atletica era parte dei lavori di rinnovamento dello stadio, ma i lavori erano in ritardo ed era prevista un’ispezione di alcuni dirigenti del partito comunista, le autorità locali hanno perciò scelto di dare questa forma insolita alla pista per risparmiare tempo e concludere a tutti i costi il progetto.

In precedenza era già presente una normale pista ovale, ma sembra fosse troppo usurata per essere presa come riferimento, e per disegnarne una nuova sarebbero serviti dei tecnici che non erano disponibili. 

Tutto il resto dello stadio è invece stato ristrutturato perfettamente: dalle sedie, al prato, ai parcheggi.

Il problema però non è solo estetico: oltre al fatto che la pista non rispetta i requisiti di qualsiasi federazione di atletica, gli esperti sottolineano il rischio di infortuni che possono derivare sia dal fare curve ad angolo retto ad alta velocità, sia da possibili collisioni tra gli atleti che si trovano ad affrontare questi repentini cambi di direzione. (Beijing Evening News)

Famiglia impersona manichini viventi in case di lusso in vendita

TAMPA - I Muller sono una famiglia che vive in modo decisamente particolare: abitano in case di lusso in vendita, e devono essere pronti in ogni momento a ricevere visite di potenziali acquirenti, o a "sparire" con pochissimo preavviso se il venditore vuole mostrare la casa vuota ad un potenziale acquirente.

Inoltre, la casa deve essere sempre pulitissima: non devono mai esserci tracce di polvere, specchi e finestre devono essere cristallini, i letti devono sembrare come se nessuno ci avesse mai dormito.

Se vogliono avere ospiti a casa devono chiedere l'autorizzazione, senza contare che quando la casa viene venduta devono immediatamente andarsene, trasferendosi in un’altra casa in vendita, anche se le spese di trasloco sono rimborsate dall’agenzia. 

Insomma, una vita in case di lusso, in cambio di un affitto decisamente ridotto, ma con alcuni oneri, abbastanza sopportabili per le persone molto ordinate.

L’agenzia che ha proposto questo accordo ai Muller spiega che una casa abitata ha un’energia diversa, e in questo modo è possibile vendere le case in poco tempo, senza contare che guasti e malfunzionamenti saltano subito all’occhio permettendo di evitare contenziosi con l’acquirente.

I Muller una volta erano una famiglia decisamente agiata, ma la crisi finanziaria li ha colpiti duramente praticamente azzerando il valore del loro patrimonio.

Bob e Dareda, i genitori, hanno così accettato l’offerta dell’agenzia immobiliare, ed hanno iniziato a lavorare part-time da McDonald, mentre i figli, di 25, 23 e 21 anni sono tornati a vivere con i genitori, per dividere le spese, aiutarli a far quadrare i conti. (USA Today)

SUV elaborati per inquinare di più, per irritare gli ambientalisti

COLUMBIA - Un gruppo di “veri uomini” (o sedicenti tali) compie atti particolari al solo scopo di dimostrare il loro disprezzo verso gli ambientalisti e l’ambiente.

E’ la comunità dei "Rolling Coal", dove SUV e furgoni vengono elaborati in modo da emettere nell’aria una maggior quantità di fumo e diesel incombusto.

I motori vengono modificati per iniettare più carburante nella camere di scoppio, in maniera che lo scarico sia saturo e nerissimo.

E non importa nè lo spreco di carburante e il costo relativo, né il costo delle modifiche (che oscillano in genere tra i 1.000 ed i 5.000 dollari).

Queste modifiche non sono nuove (esistono da tempo gli appassionati di questa strana elaborazione), ma ultimamente il loro numero è aumentato in risposta al crescere del movimento ambientalista, che nelle piccole città è associato all’essere di sinistra e quindi inquinare diventa una dichiarazione politica. (CBS)

Si rifiuta fare entrare in casa la madre perchè è troppo brutta

SHANGHAI - Quando i passanti hanno visto la 63enne Ding Liang piangere in una strada di Hangzhou, in Cina, non potevano credere alle proprie orecchie quando la donna ha spiegato le sue lacrime: Ding aveva viaggiato per 5 ore, dal villaggio dove vive, per andare a trovare il figlio e il nipotino appena nato, ma il figlio non l’ha fatta entrare perché è “troppo brutta”.

Il figlio di Ding se ne era andato da casa molti anni fa, per studiare all’università, riuscendo ad ottenere un buon posto di lavoro e a sposarsi.

Al matrimonio iniziarono i problemi: la madre sarebbe venuta vestita "come una contadina" e il figlio rimase così imbarazzato da negare ogni parentela con lei.

Da lì a poco avrebbe praticamente iniziato ad ignorare completamente lei e gli altri parenti, ma la madre se ne sarebbe fatta una ragione: "Non importa, so che ha la sua vita adesso, quindi capisco che non chiami mai e mi parli solo quando gli telefono io", racconta la donna.

Quando il figlio le ha detto che era nato un nipote, Ding ha deciso di andare a trovarlo, nonostante il figlio le avesse chiesto di non venire: "Diceva che lo avrei messo in imbarazzo perché sono troppo brutta".

Anche il marito le aveva sconsigliato di andare, ma Ding sentiva di dovere andare a vedere il nipote e portargli qualche regalo.

Purtroppo il viaggio non ha avuto l’esito sperato per la donna: il figlio non si è fatto trovare, e la donna è dovuto tornarsene al villaggio con tutti i regali che aveva portato per il nipote. (China News)

Il magnate russo che ha abbandonato la ricchezza per vivere come contadino

MOSCA - A meno di 30 anni, German Sterligov era uno degli uomini più ricchi e potenti della Russia, avendo costruito in pochi anni un impero finanziario che avrebbe potuto farlo vivere nell'agio tutta la vita, eppure ha abbandonato tutto per fare il contadino.

Sterligov è sicuro di stare molto meglio di molti magnati adesso, anche in relazione alla crisi economica che lui ritiene possa peggiorare: "Sono nella bambagia in confronto a loro, sono libero, non dipendo da nessuno e sono autosufficienti, molti miei amici pensano io sia uscito di testa, ma si sbagliano”.

Sterligov aveva creato la prima borsa merci in Russia dopo la caduta del comunismo, cosa che gli ha permesso di diventare il primo milionario russo dai tempi della rivoluzione del 1917.

Sterligov aveva anche tentato di candidarsi alla presidenza della Russia a metà degli anni duemila: l’ingresso in politica non gli è stato favorevole, ed ha dovuto vendere alcune delle sue proprietà per coprire i costi dell’inutile campagna elettorale.

Quando ha iniziato a vendere, gli è venuto in mente che la fortuna poteva girare molto velocemente, ed ha deciso di vendere tutti i suoi averi e liquidare tutti i suoi investimenti, per costruire una fattoria in campagna dove è andato a vivere con i suoi figli, mantenendo sé stesso e la sua famiglia con il frutto del lavoro della terra secondo lo stile di vita dei contadini russi del secolo scorso. (The Moscow Times)

Pagato per guardare la vernice asciugare

LONDRA - Il 35enne Thomas Curwen ha un lavoro decisamente insolito: guardare la vernice asciugare.

Può sembrare un lavoro banale, ma tutt’altro richiede una grande specializzazione.

Curwen infatti è un ricercatore che lavora per una importante azienda che produce vernici, e il suo lavoro consiste nello studiare come man mano che la pittura asciuga cambia il colore e la densità.

Lo scopo del suo lavoro è quello di migliorare sempre la qualità della vernice, in modo che il colore alla fine sia esattamente quello che voleva il cliente e non si creino crepe nella pittura, e la durata sia sempre più elevata, senza che il colore si sbiadisca.

Passiamo molto tempo al microscopio a guardare la vernice asciugare, per capire come creare composti più durevoli ... Il lavoro comunque non è noioso come può sembrare", assicura il ricercatore. (The Sun)