La Lanterna del Popolo

"La Lanterna del Popolo" - Mensile di Attualità, Cronaca, Cultura, Informazione e OpinioneBenvenuti nel Sito Ufficiale de "La Lanterna del Popolo" - Carovigno (BR) - ITALIA

 

 

 

 

Rubrica: Un Tuffo nel Passato

a cura di Domenico Basile

La Tavola Periodica degli Elementi, la nascita

di Nat King Cole, il primo volo del Concorde

 

 

© - La Lanterna del Popolo (2019)

Prosegue con questo numero la rubrica “Un Tuffo nel Passato”, con la quale ricorderemo fatti, avvenimenti e curiosità accaduti 50, 100, 150 e 200 anni fa, di cui la stampa si è ampiamente occupata a suo tempo, e che consentirà di ricordare o apprendere per la prima volta, avvenimenti che sono ormai parte della storia di questi ultimi 2 secoli.

______________________________________________________________________________________________________________

200 anni fa - Marzo 1819 Nessuna notizia di rilievo.

150 anni fa - Il 2 Marzo 1869 il chimico russo Dmitrij Ivanovic Mendeleev presenta al mondo la tavola periodica degli elementi.

La tavola periodica degli elementi è lo schema con cui sono ordinati gli elementi chimici sulla base del loro numero atomico e del numero di elettroni presenti.

La tavola periodica ideata da Mendeleev nel 1869 contava in principio numerosi spazi vuoti, previsti per gli elementi che sarebbero stati scoperti in futuro, alcuni dei quali nella seconda metà del Novecento.

Nella storia della chimica, mentre si scoprivano sempre più elementi, fu necessario introdurre una notazione simbolica che consentisse di scriverli in maniera universale, concisa e unica, vennero così create diverse liste, ma con l'aumentare del numero degli elementi conosciuti, fu necessario raggrupparli seguendo un criterio logico inequivocabile.

I primi tentativi di raggruppamento furono svolti da Johann Wolfgang Döbereiner che iniziò a raggruppare gli elementi con caratteristiche chimiche simili, fino alla prima vera e propria tavola periodica, ideata da Mendeleev, che ordinava gli elementi secondo il loro peso atomico e sfruttava la periodicità delle proprietà chimiche per riunire negli stessi gruppi gli elementi con proprietà chimiche simili.

Nella tavola periodica di Meyer e Mendeleev gli elementi erano ordinati in righe e colonne, in ordine di peso atomico e iniziavano una nuova riga o colonna quando le caratteristiche degli elementi cominciavano a ripetersi.

Quando si svilupparono le teorie della struttura atomica, ci si accorse che Mendeleev aveva, senza volerlo, ordinato gli elementi in ordine di numero atomico crescente.

Nel 1871 Mendeleev pubblicò poi una forma aggiornata della tavola periodica, dando anche accurate predizioni sugli elementi che aveva notato che mancavano, ma che sarebbero dovuti esistere.

La tavola periodica di Mendeleev, salvo qualche leggera modifica, è la tavola periodica che usiamo ancora oggi, soltanto arricchita con il passare degli anni, da nuovi elementi vengono sintetizzati che si sono andati ad aggiungere alla tavola originale.

Inoltre la scoperta dei "gas rari" o "nobili", fra il 1885 e il 1890, fece aggiungere un ottavo gruppo, ovvero una colonna a destra delle 7 indicate da Mendeleev.

100 anni fa - Il 17 Marzo 1919 nasce il cantante e pianista Nat King Cole.

Nathaniel Adams Coles nacque a Montgomery, in Alabama, ma la sua famiglia si trasferì a Chicago quando lui era ancora un bambino.

Suo padre era ministro della chiesa Battista mentre la madre era l'organista della chiesa.

Fu lei ad insegnargli il pianoforte fino a 12 anni, quando iniziò a prendere regolari lezioni.

Egli fu avviato allo studio non solo del jazz e del gospel, ma anche della musica classica.

Nat usciva di casa di nascosto per passare gran parte del suo tempo fuori dai club, ascoltando artisti come Louis Armstrong, Earl Hines, e Jimmie Noone.

Iniziò la sua carriera artistica a metà anni '30, ancora ragazzino, col nome di Nat Cole.

Insieme al suo fratello maggiore Eddie Coles, bassista, incise il suo primo disco nel 1936.

I due ebbero qualche successo ed incisero per etichette specializzate in musica nera.

Cole fu anche pianista e prese parte ad un tour nazionale, ma giunto in California decise di stabilirsi a Los Angeles dove sposò Nadine Robinson e formò il Nat King Cole Trio, composto da lui al pianoforte, Irving Ashby alla chitarra e Wesley Prince al contrabbasso.

Nel 1950 vi fu la sostituzione del chitarrista Irving Ashby con Oscar Moore.

Il trio divenne estremamente popolare a Los Angeles negli anni '40 e nei primi anni '50, registrò in molte sessioni radiofoniche, e divenne ben presto popolare in tutto il mondo.

Cole era considerato un importante pianista jazz, ma non raggiunse il grande successo fino a quando non incise "Sweet Lorraine", nel 1940.

Benché cantasse ballate con il suo trio, era piuttosto insicuro riguardo alla sua voce e pur andando fiero della sua buona dizione, non si considerò mai un grande cantante.

Il King Cole Trio siglò un contratto con la neonata Capitol Records nel 1943, e rimase con quella casa discografica per tutto il resto della sua carriera.

Nel 1947 il singolo "I Love You" raggiunse la prima posizione nella Billboard Hot 100, e nel 1948 il singolo "Nature Boy" scritto per il film "Il ragazzo dai capelli verdi" raggiunse la prima posizione nella Billboard Hot 100 e vi rimase per 7 settimane.

Cole raggiunse il grande pubblico con la canzone "Mona Lisa", del 1950, che giunse in vetta alla classifica Billboard Hot 100 per 5 settimane, e lo stesso accadde l'anno successivo con il brano "Too Young".

Nel 1954 incise Smile, canzone composta da Charlie Chaplin e tema del film diretto e interpretato dallo stesso Chaplin Tempi moderni, del 1936, che diverrà uno dei suoi "cavalli di battaglia" e uno dei grandi classici della musica americana.

Cole fu il primo artista afro-americano ad avere un suo programma radiofonico ed uno show televisivo a copertura nazionale, sebbene non durarono molto, in quanto furono cancellati poiché gli sponsor si ritirarono non volendo legarsi ad un artista nero.

Cole combatté il razzismo durante tutta la sua vita, rifiutandosi di esibirsi nei locali dove venivano applicate le norme sulla segregazione razziale.

Nel 1948, Cole acquistò una casa in un quartiere ricco di Los Angeles abitato solo da bianchi, che gli dissero che non volevano che persone indesiderabili si trasferissero nel quartiere, e lui rispose: "Neanche io, e se vedrò che qualche indesiderabile si trasferirà qui, sarò il primo a lamentarmi".

Nel 1956 fu ferito alla schiena mentre si esibiva sul palco a Birmingham, in Alabama, da alcuni membri del White Citizens' Council che sembrava volessero rapirlo.

Non terminò lo spettacolo e giurò di non tornare mai più ad esibirsi nel sud degli Stati Uniti.

Cole era un fumatore accanito di sigarette al mentolo, anche perché credeva che un consumo anche di 3 pacchetti al giorno avrebbe dato alla sua voce una tonalità più ricca.

Morì per un cancro ai polmoni il 15 Febbraio 1965, un mese prima di compiere 46 anni.

50 anni fa - Il 3 Marzo 1969 viene lanciata la missione Apollo 9.

Il razzo Saturn V con a bordo l'equipaggio composto dal comandante James McDivitt e dagli astronauti David Scott e Russel Schweickart. venne lanciato da Cape Canaveral.

Raggiunta l'orbita terrestre vennero eseguite tutte le manovre previste per l'allunaggio.

Durante questa fase il modulo lunare era ancora all'interno del 3° stadio del razzo Saturn, in attesa di essere estratto.

Il modulo di comando (CSM), si è quindi staccato dal 3° stadio e, dopo aver ruotato di 180°, ha agganciato il modulo lunare (LEM).

A sole 3 ore dal lancio la manovra era riuscita con successo.

Il 3° giorno di volo Schweickart e McDivitt passarono dalla capsula dell'Apollo al modulo lunare usando il tunnel di collegamento: fu la prima volta nella storia che degli astronauti passavano da un veicolo spaziale all'altro senza dover uscire dagli stessi.

A quel punto Schweickart accusava già i problemi di adattamento all'assenza di gravità, al punto che il programma della missione dovette essere ridotto.

Dovette comunque essere trasmessa la prima diretta televisiva dall'interno del modulo lunare, e vennero pure testati i congegni propulsori del modulo lunare.

Il giorno successivo, Schweickart uscì dal modulo lunare assicurato tramite una semplice corda di nylon, ma quest'attività durò solo 47 minuti anzichè le 2 ore previste.

Il 5° giorno della missione il modulo lunare venne pilotato autonomamente, e McDivitt e Schweickart si staccarono e si allontanarono 180 km dal modulo di comando.

Dopo 6 ore e 22 minuti venne testata la manovra di rendezvous con la capsula dell'Apollo.

Il restante periodo in orbita venne utilizzato per eseguire osservazioni della Terra, durante il quale l'equipaggio scattò ben 1.373 immagini fotografiche.

Il 13 Marzo 1969, 10 giorni dopo il lancio, l'equipaggio dell'Apollo 9 atterrò senza problemi nell'Oceano Atlantico e venne recuperato dalla portaerei Guadalcanal.

La missione fu un pieno successo: oltre al modulo lunare e la tuta spaziale furono testate tutte le manovre rendezvous e di aggancio necessarie per la conquista della Luna.

50 anni fa - Il 2 Marzo 1969 l'avveniristico aereo Concorde si libra per il suo primo volo.

Alla fine degli anni '50 Gran Bretagna, Francia, Stati Uniti e Unione Sovietica decisero di sviluppare un nuovo tipo di trasporto aereo.

Furono presi in considerazione 2 progetti: uno inglese, sviluppato dalla Bristol Aeroplane Company e l'altro francese, dalla Sud Aviation, entrambi riguardanti la costruzione di un aeromobile con ali a delta di raggio transatlantico in grado di trasportare 100 passeggeri.

Entrambi i progetti furono approvati, ma a causa degli ingenti costi richiesti il governo britannico sollecitò una cooperazione internazionale, ma solo la Francia mostrò un vero interesse a partecipare al finanziamento, che portò alla firma del trattata nel 1962.

Terminata la fase della progettazione, il consorzio ricevette più di un centinaio di ordini da parte delle maggiori compagnie aeree, prime fra tutte la Pan Am e la Air France.

Il primo volo di prova venne compiuto il 2 Marzo 1969 mentre il primo volo a velocità supersonica avvenne il 1º Ottobre dello stesso anno.

Nel 1973, nel corso di un tour dimostrativo negli Stati Uniti vennero raccolti ordini per 70 esemplari, ma solo l'Air France e la British Airways, mantennero gli ordini.

La cancellazione di molti di questi ordini fu dovuta alla crisi petrolifera del 1973 e a varie preoccupazioni di natura ambientale, tra cui l'inquinamento atmosferico e quello acustico.

Dal punto di vista economico il costo di ogni velivolo aveva raggiunto i 23 milioni di sterline, risultando ben 6 volte più onerosi di quanto previsto.

Il Concorde era un velivolo dotato di caratteristiche uniche per la sua epoca: era dotato di un'ala a delta ogivale senza piani di coda orizzontali, ideale per le alte velocità, e la capacità di poter modificare la posizione del lungo muso, che si inclinava verso il basso per consentire maggiore visibilità ai piloti durante i decolli e gli atterraggi.

I 4 motori  di cui era equipaggiato, erano macchine termodinamiche straordinarie, capaci di sostenere velocità supersoniche ad alta quota anche senza postbruciatore.

Aveva una velocità di decollo relativamente elevata (400 km/h) per cui doveva possedere un adeguato sistema frenante, per cui venne progettato un sistema antibloccaggio delle ruote detto Anti-Skid (precursore dell'ABS poi diventato d'uso comune nelle autovetture).

Il costo per costruire un Concorde passò dai 6 miliardi di lire del 1969 ai 30 miliardi del 1978 che comportò la riduzione della produzione a sole 20 unità contro le 500 previste.

La manutenzione durava tra 18 e 20 ore per ogni ora di volo, contro le 2 ore impiegate per altri aerei di linea, con un costo di 175.000 franchi per ogni ora di volo.

Gli impressionanti consumi di carburante (17 litri a passeggero per ogni 100 km), tripli di quelli necessari ad un Boeing 747, erano un problema che comportò un deciso aumento del costo del biglietto, 3 volte superiore a quelli di prima classe degli aerei normali, che fece del Concorde un aereo esclusivo per i VIP.

I voli commerciali iniziarono il 21 Gennaio 1976 sulle rotte Londra-Bahrain e Parigi-Rio de Janeiro, mentre quelli per New York iniziarono soltanto il 22 Novembre 1977.

Mentre gli aerei commerciali impiegavano circa 7-8 ore per la rotta New York-Parigi, il Concorde poteva compiere lo stesso tragitto in 3 ore e mezza.

Il 12 e 13 Ottobre 1992, per commemorare il 500º anniversario della scoperta dell'America da parte di Cristoforo Colombo, un Concorde circumnavigò il globo in 32 ore e 49 minuti, partendo da Lisbona, in Portogallo, attraverso 6 scali per il rifornimento a Santo Domingo, Acapulco, Honolulu, Guam, Bangkok e Bahrain, record ulteriormente migliorato il 15 e 16 Agosto 1995, circumnavigando il globo in 31 ore, 27 minuti, record tuttora imbattuto.

Il 25 Luglio 2000 un Concorde dell'Air France ebbe un incidente a Gonesse, in Francia, dove rimasero uccisi tutti i 100 passeggeri, 9 membri dell'equipaggio e 4 persone a terra.

Fu l'unico incidente fatale: prima dell'incidente il Concorde era l'aereo di linea più sicuro al mondo, con un numero di eventi fatali pari a zero, ma quell'incidente segno la sua storia.

Il 10 Aprile 2003 l'Air France e la British Airways ne annunciarono il ritiro entro fine anno.